Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino

Visirare la Reggia di Venaria Reale a Torino

 

Se avete scelto Torino come prossima meta per un weekend non potete non includere nell'itinerario una visita ad una delle attrazioni più belle della città: la Reggia di Venaria Reale.

Questa splendida residenza è non solo una delle più grandi ed importanti Residenze Sabaude ma una delle più belle di tutta Europa. Durante il mio soggiorno a Torino ho scelto di visitare la Venaria Reale prima di ogni altra cosa. Spinta dalla curiosità dopo aver visto centinaia di foto online la volevo vedere con i miei occhi.

Sveglia presto nella bella Junior Suite Deluxe del DUPARC Contemporary Suites, una dolce colazione e via, si parte alla scoperta di uno dei gioielli d'Italia dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1997.

 

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE NOSTRE JUNIOR SUITE DELUXE →

 

Visitare la Venaria Reale a Torino: la storia

 

La Venaria Reale è stata una delle residenze della famiglia Savoia, tra le più importanti famiglie reali d'Europa. Fu commissionata nel 1658 dal Duca Carlo Emanuele II, grande appassionato di caccia, all'architetto Amedeo di Castellamonte che per la sua costruzione si ispirò alla splendida Reggia di Versailles. Questa residenza inizialmente realizzata per le battute di caccia della famiglia in una zona ricca di boschi e selvaggina, divenne una delle più importanti per la famiglia reale.

Occupa un terreno di 80.000 m² ed è caratterizzata da ben 50 ettari di giardini! E non solo. Intorno ad essa con il tempo furono costruite le abitazioni dei cittadini che volevano vivere vicino alla reggia, cosa che portò alla nascita del comune autonomo di Venaria Reale che oggi conta ben più di 30.000 abitanti e fu dichiarata città da Vittorio Emanuele III nel 1937.

Nel 1700 fu ampliata dall'architetto Filippo Juvarra, uno dei massimi esponenti del Barocco, per volere di Vittorio Amedeo II, il figlio del Duca. Proprio Juvarra realizzerà uno dei simboli della residenza: la Galleria Grande. Ma non solo. Juvarra realizzerà anche la Cappella di Sant'Uberto e le Scuderie Regie dove oggi si tengono molte delle mostre qui organizzate. Nel 1800 però, durante la dominazione napoleonica, il complesso fu trasformato in caserma e gran parte dei giardini furono distrutti per realizzare una piazza che sarebbe servita per le esercitazioni militari. L'uso quasi esclusivamente militare della residenza portò gradualmente al suo declino. Saccheggiata e abbandonata, nel 1978 fu ceduta alla Sovrintendenza che si occupò del suo restauro. Fu riaperta al pubblico solo nel 2007, dopo che gli era stato restituito il suo originario splendore.

 

Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino

Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino: la Galleria Grande, uno dei simboli della residenza creata da Filippo Juvarra uno dei massimi esponenti del Barocco

 

Cosa vedere alla Venaria Reale: i piani, la Galleria Grande e i giardini

 

Prima di visitare la Reggia di Venaria Reale, distante soli 30 minuti circa di macchina dal Duparc Contemporary Suites, vi ritroverete a passeggiare nel borgo. Sulle sue strade ricche di locali e ristoranti. Arriverete in Piazza della Repubblica dove si trova l'ingresso alla Corte d'Onore dalla Torre dell'Orologio e sulla quale affaccia la bella Chiesa di Sant'Uberto. È entrando nella Corte d'Onore che si può ammirare la Fontana del Cervo, una fontana con uno spettacolo di giochi d'acqua alti fino a 12 metri (spettacolo attualmente sospeso). La visita prosegue nel piano terra dove si possono visitare diverse stanze fedelmente ricostruite e ricche di arazzi, opere d'arte e mobili d'epoca.

 

Visitare la Reggia di Reggia di Venaria Reale

Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino: entrando nella Corte d'Onore si può ammirare la Fontana del Cervo

 

Si sale al Piano Nobile, dove erano situati gli appartamenti reali. Tutti riccamente decorati con oggetti, mobilio d'epoca e dipinti seicenteschi realizzati da grandi maestri tra cui Guido Reni e Van Dyck. Ogni cosa all'interno delle stanze trasmette bellezza e lascia immaginare come potesse essere la vita di corte. E le finestre regalano degli scorci sui giardini, scenografici e davvero belli. È al Piano Nobile che si trova la famosa Galleria Grande. Una galleria dalla straordinaria bellezza lunga ben 80 metri, alta 15 metri al centro di volta e larga 12 metri. Davvero impressionante e riccamente decorata. Gli stucchi, il pavimento bianco e nero (l'originale era stato smontato in epoca napoleonica e quello odierno ricostruito secondo i progetti originali solo nel 1995), le 44 finestre e le 22 aperture sulla volta che la illuminano sapientemente lasciano senza parole lo spettatore.

 

Visitare la Reggia di Venaria Reale di Torino

Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino: scoprire gli appartamenti reali decorati con oggetti, mobilio d'epoca e dipinti seicenteschi

 

Vi consiglio, poi, di dedicare del tempo alla visita delle Scuderie dove sono conservate alcune delle carrozze utilizzate dai Savoia nel 1700 e il Burcintoro, l'arca con cui venivano trasportati i Dogi di Venezia, perfettamente restaurato. Da non perdere assolutamente durante la visita alla Reggia di Venaria sono i Giardini Reali, davvero scenografici e ricostruiti seguendo i progetti originali, divisi in Parco Alto e Parco Basso. Vi segnalo i Boschetti, il Giardino delle Rose, i resti della Fontana dell'Ercole, i resti del Tempio di Diana e il bacino d'acqua della Peschiera. Visitare questi giardini in primavera ed estate, quando le piante in fiore si colorano, deve essere davvero una bella esperienza.

 

 

Visitare la Reggia di Venaria Reale

Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino: da non perdere assolutamente i Giardini Reali

 


Acquistare i biglietti per la Reggia di Venaria

 

Per visitare la Venaria Reale è raccomandato l'acquisto del biglietto online sul sito ufficiale scegliendo data ed orario di visita. Il biglietto include un’audio guida in italiano e permette di evitare la fila all'ingresso. Oppure si può scegliere di acquistarlo direttamente alla biglietteria poco distante dall'ingresso alla Corte d'Onore (sul sito è comunque consigliata, considerato il momento, la prenotazione). Attualmente per accedere è necessario avere il Green Pass.

Si può scegliere tra diverse tipologie di biglietti, anche cumulativi che danno la possibilità di visitare altre residenze come il Castello della Mandria. Il biglietto base, dal costo di 14€ per gli adulti e 10€ il ridotto Under 21, permette di visitare la Reggia, le Scuderie e i giardini. Se avete a disposizione poco tempo vi consiglio di acquistare questo, considerando che per la visita sono necessarie almeno un paio d'ore.

 

Visitare la Reggia di Venaria Reale a Torino

 

Orari di apertura e come raggiungerla

 

Aperta dal martedì alla domenica dalle ore 09:30 alle ore 17:00. Sabato, domenica e festivi dalle 09:30 alle 18:30.

È situata a soli 10 km dal centro di Torino e appena 15 km dal Duparc Contemporary Suites ed è raggiungibile in auto (potete lasciare la macchina in uno dei due parcheggi gratuiti nelle vicinanze della residenza) o in bus con la linea dedicata GTT Venaria Express che collega la stazione di Porta Susa con la Venaria Reale.

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO SULLE ALTRE RESIDENZE SABAUDE →


Spero che questo articolo possa esservi d'aiuto nella visita a questa splendida residenza che vale davvero la pena di essere vista!

 

 

     SCRITTO DA: Viola, Wonderlustviola